Home
Ricerca
Contattaci
Help
Presentazione
Ultime novitÓ
Percorsi
Categorie
Tutte le opere
:: Pinotto a Milano / Anna Vertua-Gentile
    Letteratura > Opere in prosa

A partire dal 1800 nell’area settentrionale della nostra penisola si assiste alla nascita di mestieri “itineranti”, legati al fenomeno della migrazione stagionale dalle vallate alpine - terre caratterizzate da una estrema povertà di risorse - verso la pianura e in particolare verso Milano e le altre aree urbanizzate della pianura padana. Il fenomeno, pur non essendo nuovo, a fine secolo e nei primi decenni del Novecento assunse le proporzioni di un vero e proprio esodo, raggiungendo il suo culmine negli anni 1920/1930, ed interessando sempre più frequentemente oltre agli adulti, anche un numero crescente di bambini. Questi strappati al paese d'origine a causa della miseria delle loro famiglie, venivano sottoposti ad un estremo sfruttamento, ed andavano ad ingrossare in particolare le fila degli spazzacamini perché i bambini proprio per le loro caratteristiche - piccoli agili e minuti - potevano infilarsi più agevolmente degli adulti nelle canne fumarie. Il mestiere di spazzacamino, tra gli antichi lavori legati ad una pratica itinerante, fu senza dubbio quello più rilevante, non solo per l’impatto sociale determinato dall’alto numero di individui coinvolti complessivamente nell’esodo stagionale, ma anche per i problemi di accoglienza che il loro indiscriminato affluire verso le aree urbane determinava nelle città ospiti. A Milano nel 1869 a protezione degli spazzacamini nacque la Società di Patronato degli Spazzacamini con lo scopo di migliorare la condizione morale e materiale dei lavoratori operanti in città, fornire loro aiuto concreto con doni di vestiario di prima necessità, assistenza e tutela nella salvaguardia dei diritti e persino provvedere - con personale insegnante stipendiato dalla società stessa - all’istruzione scolastica, specie dei bambini, al fine di combattere l’analfabetismo. Il Patronato, nonostante i problemi economici, poté sopravvivere per diversi anni grazie a sostenitori e benefattori, e tra quelli passati alla storia dobbiamo ricordare Angelo Motta che dal suo negozio di via della Chiusa mandava una cesta di fette di panettone per gli affamati spazzacamini.



Autore principale: Vertua Gentile, Anna
Soggetto:

Luogo di pubblicazione: Milano
Editore: Patronato degli spazzacamini
Anno di pubblicazione: 1892
Formato: 11 p. : ill. ; 21 cm

Lingua: ita
Tipo: Monografia
Tipologia: Testo a stampa

:: Leggi l'opera
:: Scarica l'opera in formato RTF
Cerca nel testo dell'opera: