Home
Ricerca
Contattaci
Help
Presentazione
Ultime novitÓ
Percorsi
Categorie
Tutte le opere
:: L' anima del poeta / Paola Lombroso

In: La donna : rivista quindicinale illustrata, 5 giugno 1910, a. 6., n. 131

Paola Lombroso Carrara (Pavia 1872 - Torino 1909), figlia dell'illustre psichiatra e antropologo Cesare Lombroso, studiosa di questioni sociali, di antropologia e di psicologia infantile, fu anche universalmente nota nel mondo letterario quale scrittrice di novelle e racconti per bambini con lo pseudonimo di Zia Mariù. Coinvolta, in qualità di esperta di psicopedagogia infantile, nel progetto iniziale de il “Corriere dei piccoli” - testata pensata come supplemento per i bambini del “Corriere della sera”- la Lombroso collaborerà attivamente con il giornalino, firmando con il suo pseudonimo oltre ad una lunga serie di racconti anche la rubrica Piccola Posta. Scrittrice dotata e sensibile, di lei Ada Negri ebbe a dire in una recensione all’opera La vita è buona, uscita presso Treves nel 1920 : “ ... porta veramente in sé l’anima di una donna, pura e serena, consolatrice e materna, gioiosa delle piccole cure casalinghe ...” e nei suoi scritti “... illumina di magici colori la grigia monotonia delle faccende familiari …” (“La Donna”, 20 febbraio 1910, p.14). Ne “L’anima del poeta”, la Lombroso avanza una suggestiva interpretazione della sensibilità artistica di Ada Negri, attraverso una analisi coinvolgente ed incalzante, costruita con rimandi precisi e condotta in parallelo tra il contenuto elegiaco delle liriche di “Dal profondo” ed i significati simbolici di una celebre stampa di Dürer ”Melancolia”. L’immagine della Principessa di Dürer appare agli occhi della Lombroso quasi una personificazione dell’anima della poetessa, così che di fronte all’opera di Dürer, come di fronte alle liriche della Negri, nella Lombroso scaturiscono gli stessi interrogativi “… perché questa melanconia insanabile, perché questa disperazione di tutto, questo dolore di essere, questo taedium vitae …” ? e le medesime riflessioni: “…Tante cose tristi sono in ogni vita femminile, in ogni vita umana … “ - il rimpianto amaro, l’anelito della giovinezza, la rassegnazione, l’amore e la nostalgia - “… ma restano soffocate, vaghe e inespresse nell’ oscuro inconscio …”, solo l’anima del poeta - o dell’artista - più vibrante e sensibile sa raccoglierle, soffrirle tutte in prima persona e trarne materia per la sua poesia o per la sua arte. E “ … questo dolore degli spiriti superiori non viene da nessuna causa esterna che si possa rimuovere: sale su dall’anima interiore, da un insanabile contrasto in cui essa si trova con sé stessa. …”



Autore principale: Carrara Lombroso, Paola
Soggetto: Negri, Ada

Luogo di pubblicazione:
Editore:
Anno di pubblicazione: 1910
Formato: p. 11;14

Lingua: ita
Tipo: Spoglio
Tipologia: Testo a stampa

:: Leggi l'opera
:: Scarica l'opera in formato RTF
Cerca nel testo dell'opera: