Home
Ricerca
Contattaci
Help
DigitaMI: la biblioteca digitale di Milano
Presentazione
Ultime novitÓ
Percorsi
Categorie
Tutte le opere

:: Guida del visitatore alla esposizione industriale italiana del 1881 in Milano : sola pubblicazione autorizzata e compilata sotto la sorveglianza del Comitato esecutivo dell'esposizione industriale
Autore: Esposizione nazionale industriale ed artistica <1881 ; Milano> | Editore: Sonzogno
Lingua: Ita | Data: 1881 | Luogo: Milano | Tipologia: Testo a stampa | Tipo: Monografia


Pagina:

Scendiamo dal piano inclinato e percorriamo la via di mezzo.
A destra troviamo quattro carrozze del fratelli Pulmini (Milano), a sinistra quattro altre di Felice Grondona (Milano); vengono poscia una dei fratelli Albini (Milano), e tre di Enrico Orsaniga (Milano), due di Cesare Sala (Milano) e sei di Francesco Belloni (Milano), quattro di Carlo Ferretti (Roma,), e cinque di Mainetti Francesco (Milano), oltre un apparecchio
per distacco istantaneo dei cavalli , una carrozza di lusso di Alessandro Locati (Torino), e un landau di nuovo genere di Giuseppe Panigone (Torino), due carrozze di Biagio Rocca (Milano), e quattro di Pavesi e Crespi (Milano).
Qui ci si affaccia un cavallo tutto bardato di Cremonesi (Milano), e la vetrina quadrata di Felice Franzi (Milano), dove si contengono valigie di tutte le forme e molti oggetti in pelle applicati agli usi quotidiani. Per l'affinitÓ che l'industria dei sellai e dei valigiai inscritta nel Gruppo VIII, classe 46, con quella della carrozzeria che fa parte invece del
gruppo II, classe 12, si pens˛ bene di unirla nel medesimo locale. Troviamo pertanto, oltre al Franzi, il PodestÓ (Milano), con casse, valigie e oggetti di viaggio, alpini, l'Uboldi Nicola (Milano), che ha serrature nuove di valigie; il Cattaneo A. (Milano), la cui vetrina fa riscontro a quelle del Franzi, il Danna Stefano (Torino) , con un altro cavallo bardato, parecchie selle e finimenti, il Confalonieri Francesco (Milano), il Conti Oreste (Milano), il Gualla (Brescia), il Fumagalli (Milano), il Mariani (Milano); il Cenni (Imola) lo Motti (Milano).
Torniamo alle carrozze. Tito Ragliante (Livorno) ha una victoria e per di pi¨ un finimento colle cartelle in cuojo inciso invece che stampato; G. B. Sala (Milano) un'altra victoria ; Angelo Corba (Milano) una carrozza a quattro ruote ; Cesare Merati (Milano) una carrozza.
Ci rimangono da esaminare le parti dei veicoli, i velocipedi ed altri mezzi di locomoiione. Ecco un velocimane dell'ing. Pietro Cano (Torino); - un velocipede a due ruote e una carrozzella-poltrona di Pisa Luigi (Milano), - ruote e vetture greggio dei fratelli Matto (Torino), un ruotabile detto farfalla di Baldassare Fontana (Bassano), - un biroccino e altri
Veicoli di Carlo Fabbri (Bologna), un vis-Ó-ris di Carlo Bozzi (Firenze), altri velocipedi di diversi sistemi di G. Greco

Pagina:

Cerca nel testo dell'opera: