Home
Ricerca
Contattaci
Help
Presentazione
Ultime novità
Percorsi
Categorie
Tutte le opere
:: Presentazione

DigitaMi è una biblioteca digitale di documenti rappresentativi della tradizione storica e culturale di Milano. Il fondo, che comprende opere rare e preziose, spazia dai testi letterari di grandi scrittori milanesi e lombardi a quelli di autori minori, dalle descrizioni di costume alle vicende storiche, senza ignorare le tradizioni popolari e la letteratura dialettale.

La collezione, ad oggi selezionata dal patrimonio della Biblioteca Sormani, si arricchirà del contributo di altre biblioteche milanesi, nello sforzo comune di ricostruire la memoria della città. Vi saranno allora descrizioni di Milano ad opera di viaggiatori e scrittori illustri; repertori iconografici; classici italiani e stranieri apparsi nelle grandi collane di editori milanesi, a testimonianza del ruolo che Milano ha svolto come importante canale di diffusione della cultura straniera in Italia.

Considerato il pregio delle edizioni, si trovano in DigitaMi sia le immagini sia i testi elettronici delle opere digitalizzate, per consentire al lettore il piacere di “sfogliare” un’edizione originale potendo effettuare anche ricerche full-text.

DigitaMi facilita la navigazione permettendo di svolgere ricerche bibliografiche semplici e avanzate, orientarsi attraverso un indice per argomenti o scegliere un particolare percorso tematico. Quest’ultimo intende offrirsi al lettore, dal curioso al bibliofilo, come una “passeggiata” virtuale all’interno di un insieme coerente di opere per approfondire la conoscenza dello spirito di un luogo o di un’epoca nei suoi aspetti storici, politici, artistici e letterari.

La Biblioteca Sormani è titolare dei diritti d’autore sul sito DigitaMi. Per un uso strettamente privato, la riproduzione dei contenuti del sito è libera; qualsiasi altro utilizzo dev’essere oggetto di autorizzazione da parte della Biblioteca.

Per la gestione degli oggetti digitali e dei metadati ad essi associati, dalla fase di acquisizione a quella della conservazione, fino alla fase di accesso è stato utilizzato l’applicativo MetaMag, integrato con lo schema MAG (Metadati gestionali amministrativi e strutturali per le risorse digitali) elaborato dal Gruppo di studio sugli standard e le applicazioni di metadati nei beni culturali promosso dall'ICCU (Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche).

La descrizione catalografica della fonte cartacea del testo digitale è derivata dall’Indice SBN, secondo lo schema Dublin Core. Prossimamente sarà possibile risalire dal catalogo elettronico della Biblioteca ai documenti digitali.