Criteri di trascrizione


E’ stata fatta una trascrizione il più possibile conservativa, rispettando gli errori di sintassi, ortografici, linguistici, gli a capo, anche quando questi sono determinati sull’originale dalla mancanza di spazio. Questo per offrire la particolarità delle postille stendhaliane e per ricreare l’atmosfera dell’originale anche nella trascrizione: la frammentazione della frase determinata dalla mancanza di spazio, la velocità della scrittura che induce sia all’errore sia alla contrazione della parola, il senso di precarietà degli autografi che sono spesso appunti presi al volo, frammenti di pensieri.

Per permettere la ricerca per “parola chiave” nella sezione Postille è stata data la forma corretta del vocabolo o del nome inserendolo tra parentesi quadre.

Si è provveduto a correggere e a completare, là ove è stato possibile, le precedenti trascrizioni, segnalando i nostri interventi con l’indicazione trascrizione in parte rettificata, oppure trascrizione rettificata se differisce sostanzialmente con le precedenti stesure.

Sono state date le diverse letture fatte dagli studiosi quando le stesse si sono rivelate comunque non risolutive a confronto con l’originale; sono state inserite tra parentesi quadre quelle ritenute da noi meno convincenti.

Si è provveduto a segnalare tra parentesi quadre, alla fine della trascrizione della singola postilla, l’informazione riferita a nota inedita oppure in parte inedita.

Punteggiatura
Non è stata modificata e nemmeno integrata, anche quando il punto manca nel succedersi delle proposizioni e al termine della postilla.

Maiuscole, accenti
Sono state rispettate, là ove era possibile individuarle, le presenze o assenze delle maiuscole.

Non sono stati integrati gli accenti, anche se nella lingua francese sono massicciamente usati. Si è invece provveduto, là ove presenti, a regolarizzare gli accenti gravi, acuti e circonflessi.

Abbreviazioni, parole contratte, mesi e anni
La mancanza di spazio, determinata dall’ingombro della pagina stampata, induce con tutta probabilità il ricorso all’abbreviazione, alla contrazione del vocabolo, anche se nel caso di Stendhal queste forme sono del tutto tipiche. Le abbreviazioni e le parole contratte sono state mantenute, si è provveduto a trascriverle nella forma corretta tra parentesi quadre.
I mesi e gli anni in qualsiasi modo espressi sono stati mantenuti, si è provveduto a trascriverli in forma completa tra parentesi quadre.
Si è ricorso a queste soluzioni per permettere la ricerca per “parola chiave” nelle trascrizioni delle postille.

Nomi propri, pseudonimi, anagrammi, criptogrammi di persona e di luogo
Quando è stato possibile si è provveduto a dare tra parentesi quadre il nome completo della persona citata da Stendhal o celata da uno pseudonimo.
In maniera analoga si è fatto anche per i nomi di luogo.
I nomi propri di persona scritti da Stendhal in francese sono stati dati nella loro lingua di origine e inseriti in corsivo tra parentesi quadre.
Gli anagrammi e i criptogrammi, quando possibile, sono stati sciolti e posti tra parentesi quadre.

Integrazioni, congetture, cancellature, illeggibilità
Vocaboli, oppure frasi rese illeggibili a causa di diversi fattori, quali macchie di umidità, rifilature troppo azzardate fatte dal legatore, ove possibile, sono state integrate e inserite tra parentesi quadre. Se l’integrazione operata non è certa è seguita dal punto di domanda. Quando non è stato possibile integrare le parti mancanti, queste vengono segnalate con il simbolo […] seguito tra parentesi quadre dall’indicazione della causa che ha rovinato definitivamente la postilla.

Parole cancellate da Stendhal, quando leggibili, sono state inserite tra uncini (< >). Se la parte cancellata è illeggibile viene segnalata dalle indicazioni una cancellatura, oppure alcune parole/lettere cancellate inserite tra parentesi quadre.

Invece nei casi in cui la grafia oppure il colore ormai sbiadito del lapis o dell’inchiostro non consentano la lettura del testo autografo, si è provveduto a dare tra parentesi quadre l’indicazione: una parola illeggibile, una riga illeggibile, ecc.

Interventi operati
Si è provveduto a separare i vocaboli quando questi si presentano visivamente come un’unica parola.




BIBLIOTECHE COMUNALI DI MILANO - CENTRO STENDHALIANO realizzato con il contributo del MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI