Scheda opera


GIRALDI, Giambattista, detto Cinzio

351

Hecatommithi overo Cento Novelle di M. Giovanbattista Giraldi Cinthio Nobile Ferrarese: Nelle quali, oltre le dilettevoli materie, si conoscono moralità utilissime a gli huomini per il ben vivere; & per destare altresì l'intelletto alla sagacità. Potendosi da esse con facilità apprendere il vero modo di scrivere Toscano. Et vi sono tre dialoghi della Vita Civile, li quali a gli huomini mostrano come devono ammaestrare i loro figliuoli, & a Giovani come bene reggersi. Parte seconda.

In Venetia, Appresso Fabio, & Agostin Zopini Fratelli. MDLXXX.
227 x 156; cc. 232, [8]; perg.; la c.138 numerata erroneamente c.144; la c.144 numerata erroneamente c.132.
Sulle sguardie post. incollata 1 c. con disegni a penna.
Note; firma sulla cop.ant.est.; segni grafici e sottolineature sulle cc. 8.v, 9.r.
[ed.: Catalogo del Fondo Stendhaliano Bucci, Appendice, vol. II, pp. 405-406; R. Ghigo Bezzola, La postilla. Una forma autobiografica stendhaliana, p. 45-46; H. Martineau, Le Calendrier de Stendhal, p. 277; Stendhal, Oeuvres intimes, vol. II, pp. 169, 361.]

STEND.FSB.0611
BID TO0E018875


immagine e trascrizione immagine trascrizione


BIBLIOTECHE COMUNALI DI MILANO - CENTRO STENDHALIANO realizzato con il contributo del MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI